QR code scuola in chiaro

In allegato Ulteriori chiarimenti 

Criteri per l’attribuzione del credito formativo e del credito scolastico

 

VISTA la Nota MIUR n 278 del 6 marzo 2020, contenente particolari disposizioni applicative della direttiva del Ministro per la Pubblica Amministrazione del 25 febbraio 2020, n. 1 (Direttiva 1/2020), “Prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di cui all’articolo 1 del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6”

VISTA la Nota MIUR n 279 dell’8 marzo 2020 contenente “Istruzioni operative in merito al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020”;

VISTA la Nota MIUR n 388 del 17 marzo 2020 contenente “Prime indicazioni operative per le attività didattiche a distanza” in relazione all’ emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus;

VISTA la Nota MIUR n 392 del 18 marzo 2020 contenente ulteriori “Istruzioni operative alle Istituzioni Scolastiche” in relazione all’emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus;

VISTO il DPCM del 10 aprile 2020;

CONSIDERATA la necessità di rivedere i criteri di attribuzione del credito scolastico e del voto di condotta adattandoli alla realtà scolastica di questo periodo di emergenza sanitaria;

CONSIDERATO che le docenti Funzioni Strumentali sono state delegate - Collegio Docenti del 29 ottobre 2019 - ad aggiornare in sede deliberante i criteri di attribuzione del credito e del voto di condotta,

COMUNICA

che in seguito a convocazione del 17 aprile 2020, Prot. n 5267, la commissione delle docenti Funzioni Strumentali ha elaborato i criteri come da schemi allegati alla presente circolare.

Si precisa che per i casi non considerati nella presente Nota si resta in attesa delle ordinanze ministeriali relative agli Esami di Stato e al trattamento degli studenti con insufficienza in una o più discipline agli scrutini di giugno 2020.

Richiamato l’art. 15 del d.lgs. 62/2017 , che attribuisce al credito scolastico maturato dagli studenti nel secondo biennio e nell’ultimo anno di corso secondo i criteri riassunti nel seguente schema (Allegato A):

Media dei voti Fasce di credito III ANNO Fasce di credito IV ANNO  Fasce di credito V ANNO
M = 6 7-8 8-9 9-10
6< M ≤7 8-9 9-10 10-11
7< M ≤8 9-10 10-11 11-12
8< M ≤9 10-11 11-12 13-14
9< M ≤10 11-12 12-13 14-15

  

   si decide di attribuire il punteggio massimo della banda di oscillazione agli studenti che rientrino in una delle due

 

seguenti situazioni:

 siano ammessi alla classe successiva senza alcuna insufficienza e presentino una media voti, approssimata a

una cifra dopo la virgola secondo approssimazione per difetto, con parte decimale maggiore o uguale a 5;

 siano ammessi alla classe successiva senza alcuna insufficienza e presentino una media voti, approssimata a

una cifra dopo la virgola secondo approssimazione per difetto, con parte decimale minore di 5 e siano nelle condizioni

di beneficiare di crediti formativi come specificato di seguito.

La valutazione del credito formativo avviene prendendo in esame le attività di cui al D.P.R. 23 luglio 1998 n. 323 e

al D.M.49 del 24 febbraio 2000, che vengono suddivise in 3 fasce di livello, in ragione del peso dell’impegno richiesto

e delle competenze acquisite, oltre che della coerenza con gli obiettivi del PTOF e della caratterizzazione dell’indirizzo

di studi.

Le fasce sono così suddivise:

 FASCIA 1: attività che da sole comportano il conseguimento del punteggio massimo della banda di

oscillazione del credito scolastico di cui alla tabella A allegata al D.M. 62/17;

 FASCIA 2: attività che comportano il conseguimento del punteggio massimo della banda di oscillazione del credito scolastico di cui alla tabella A allegata al D.M. 62/17 solo se effettuate in numero minimo di 2;

 FASCIA 3: attività che comportano il conseguimento del punteggio massimo della banda di oscillazione del credito scolastico di cui alla tabella A allegata al D.M. 62/17 solo se effettuate in numero minimo di 3 (si considera ammissibile anche il possesso di 2 attività di terza fascia ed una di seconda fascia).

Le attività riconosciute sono le seguenti:

ATTIVITÁ DI FASCIA 1

(che da sole comportano il conseguimento del punteggio massimo della banda di oscillazione del creditoscolastico di cui alla tab. A allegata al D.M. 62/17)

Certificazioni  ECDL 

 Corsi di lingue con certificazioni conseguite dal 1 luglio 2019

(livello superiore al B1)

 Patentino di salvamento/arbitraggio rilasciato da conferedazioni

nazionali riconosciute

 certificazioni rilasciate da enti esterni e coerenti con PTOF, con

impegno orario minimo di 15 ore

Conservatorio Coseguimento diploma (superiore o inferiore)
Biomedico Partecipazione alle attività svolte per la curvature biomedical, con frequenza del 90% delle ore
Concorsi, competizioni, premi nazionali Riconoscimento con attestazione di premiazione e/o medaglie in fase nazionale

  

ATTIVITÁ DI FASCIA 2

(che comportano il conseguimento del punteggio massimo della banda di oscillazione del credito scolastico di cui alla tab. A allegata al D.M. 62/17, solo se effettuate in numero minimo di 2)

PON, POR, ERASMUS, progetti almeno 20 ore di frequenza 
Partecipazione a tutte le riunioni degli Organi Collegiali della scuola (senza far registrar assenze)(Consiglio di Classe, Consiglio d’Istituto, Consulta provinciale degli studenti)
Partecipazione ad almeno una giornata di Open day
Partecipazione a stage linguistici all’estero senza conseguimento di certificazione
Attività sportiva agonistica a livello nazionale (senza riconoscimenti o premi)

 

ATTIVIT DI FASCIA 3

(che comportano il conseguimento del punteggio massimo della banda di oscillazione del credito scolastico di cui alla tab. A allegata al D.M. 62/17, solo se effettuate in numero minimo di 3)

Partecipazione ad almeno il 90% alle attività della Band/coro d’Istituto 
Partecipazione a progetti PTOF con almeno 90% di ore di frequenza
Partecipazione a concorsi, competizioni o premi con superamento della fase d’istituto (si valuta dalla fase provincial in poi)
Partecipazione ad attività di volontariato con attestato rilasciato da ento/associazione/organizzazione riconosciuta a livello nazionale, per minimo 5 ore
Attività sportiva agonistica continuativa a livello regionale/provincial con attestato rilasciato dalle federazioni nazionali
Frequenza scolastica (assenze in numero uguale o inferiore a 7 giorni complessivi nell’a.s.)
Valutazione di OTTIMO in Religione o attività alternativa alla Religione

 

Criteri per l’attribuzione del voto di condotta

 

VOTO INDICATORI
10 Attribuito agli studenti che risultano attivi e impegnati, costanti nella frequenza e diligenti nello svolgimento degli impegni di studio, rispettosi delle norme che regolano la vita della scuola. Ottima la socializzazione con i compagni, per i quali sono un punto di riferimento positivo. Nella DaD, si sono dimostrati sempre puntuali nello svolgimento e nella consegna dei lavori e nelle lezioni in sincrono, flessibili nell’adattarsi al nuovo modello di didattica e propositivi nelle soluzioni, interessati e partecipi.
9 Attribuito agli studenti che partecipano in maniera costruttiva alle iniziative della scuola, che sono rispettosi delle norme che la regolano e che svolgono con accuratezza i loro impegni scolastici. Nella DaD, si sono dimostrati puntuali nello svolgimento e nella consegna dei lavori e nelle lezioni in sincrono, flessibili nell’adattarsi al nuovo modello di didattica, interessati e partecipi.
8 Attribuito agli studenti che manifestano un impegno buono nelle attività scolastiche e adeguato rispetto delle regole con qualche carenza relazionale. Nella DaD, si sono dimostrati quasi sempre puntuali nello svolgimento e nella consegna dei lavori e nelle lezioni in sincrono, abbastanza interessati e partecipi.
7 Attribuito agli studenti che manifestano una sufficiente applicazione nei confronti delle attività della scuola e si dimostrano abbastanza rispettosi delle regole. Nella DaD, hanno risposto eseguendo le consegne su sollecitazione, adattandosi al nuovo modello di didattica in modo passivo e poco interessato.
6 Attribuito agli studenti che hanno una non congrua applicazione allo studio e scarsa partecipazione al dialogo educativo o che abbiano subito richiami disciplinari. Nella DaD, hanno svolto le attività a fatica, non puntuali nella consegna dei lavori e nelle lezioni in sincrono, con scarsi interesse e partecipazione.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.